< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • September 2005
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    22/09/2005

    Michele c’est moi

    Filed under: — JE6 @ 12:32

    Siccome l’umore odierno non è dei migliori, mi permetto di virare sul Serra-Apocalypse-Style (o anche Moretti, vedete un po’ voi), notando che alcuni chiari segni dell’avvicinarsi dell’Armageddon sono riscontrabili nella diffusione di oggetti come calzascarpe usati come complementi d’arredamento, bombolette spray di acqua minerale, scarpe in pelle di anguilla e cose del genere. Di questo inarrestabile trend verso il disfacimento fisico e morale della società nella quale viviamo ci si rende poi perfettamente conto quando ci si trova in mezzo a due avvenenti giovani signore, che si apostrofano dicendo “sabato ci troviamo per le sopracciglia?” – “facciamo per le unghie“.

    E adesso, chi le sente le due avvenenti giovani signore. Me la sono cercata.

    Il crollo della baracca

    Filed under: — JE6 @ 11:30

    Premessa: non ho mai amato questo governo, la gran parte dei suoi componenti e la gran parte della maggioranza che lo sostiene. Penso che abbia fatto parecchi danni, e diversi di questi non di poco conto.
    Detto questo, non riesco proprio ad essere contento per quello che gli sta capitando; voglio dire, sta cadendo la baracca, e noi non ne siamo fuori, bensì dentro.