< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • December 2005
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    20/12/2005

    Oggi andiamo allo Schwarzy

    Filed under: — JE6 @ 13:54

    Non so come vanno le cose negli USA, dove gli stadi cambiano nome con il cambiare dello sponsor (per dire, ad Atlanta cercavo l’Omni e mi sono trovato di fronte alla Philips Arena: naming rights, li chiamano). So invece che, nel Belpaese, gli unici che chiamano lo stadio con il nome ufficiale sono i telecronisti della Rai (e forse quelli di Mediaset). Non ho mai – dico mai – sentito un milanese, interista o milanista che fosse, dire “vado al Meazza a vedere la partita”. Il “Meazza” non esiste, esiste “San Siro”, punto.
    Non so nemmeno come vanno le cose in Austria, al riguardo. Ma se gli abitanti della Stiria assomigliano a noi un po’ più di quanto non assomiglino agli americani, allora non si staranno strappando i capelli alla notizia che Arnold Schwarzenegger ha ritirato il diritto a utilizzare il suo nome per battezzare lo stadio di Graz.
    Corriere.it

    Leave a Reply