< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • December 2005
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    22/12/2005

    Gratta e scia

    Filed under: — JE6 @ 10:19

    Un aspetto scorante e affascinante del Belpaese è la sua assoluta incapacità di fare un programma e realizzarlo senza scostamenti, salvataggi in corner, colpi di culo e aggiungete un po’ voi, tanto ci siamo capiti.
    Per dire, si fa domanda di poter organizzare le Olimpiadi invernali, la richiesta viene accolta, si fa partire la cosiddetta macchina organizzativa, e a meno di due mesi dall’inizio dell’evento ci si rende conto che mancano un bel po’ di milioni di euro in cassa. Capito? Non due anni prima: due mesi. Così, si adotta una soluzione molto professionale per non dichiarare bancarotta: si organizza un bel “gratta e vinci”, e si raggranellano 24 dei 64 milioni di euro mancanti. Che dire? Chapeau.
    Corriere.it

    5 Responses to “Gratta e scia”

    1. marco Says:

      Ad essere onesti, la cosa che mi stupisce di più è che il buco sia solo di 64 milioni di euro. Secondo me sono (o sicuramente saranno alla fine) molti di più.

    2. Effe Says:

      e dovreste vedere che bellezza, i cantieri ancora aperti

    3. 003 Says:

      infatti questa mattina la Stampa di Torino dice che il buco è da 124 milioni di euro. però avremo il braciere più alto, 57 metri. sticazzi.

    4. marco Says:

      Guardi, Effe, vengo a fare un giro in Sabaudia solo per poter vedere un po’ di buchi per terra.
      La voragine di fronte a P. Nuova è sempre li ?
      Sa, per me ormai fa parte del paesaggio e mi spiacerebbe non vederla più.

    5. Squonk Says:

      E la rotonda che immette in Corso Giulio Cesare? E’ agibile?

    Leave a Reply