< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • February 2010
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/02/2010

    La slavina delle pochezze

    Filed under: — JE6 @ 08:36

    [Bukovskitsch reprise]
    Ci sono quelle situazioni nelle quali tutti riescono a fare cattiva figura, come se una invisibile slavina li trascinasse nel fondovalle delle loro pochezze; ecco, io il “Porta a porta” di ieri sera – quello di Vespa e Morgan e Meloni e Turco e Mori e non so chi altro – l’ho visto per il tempo di un time-out di Nuggets-Suns, ma ho idea che fosse proprio una di quelle situazioni lì.

    One Response to “La slavina delle pochezze”

    1. dublina Says:

      Io l’ho seguito per circa un’ora… e l’ho trovato alquanto sterile…pieno di luoghi comuni…e di qualunquismo…
      E continuavo ad avere davanti agli occhi una scena nitidissima: Morgan che esce dallo studio di Porta a Porta e si comporta esattamente l’ opposto di ciò che aveva blaterato 5 minuti prima!
      Non so perchè… bah…

    Leave a Reply