< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • O. e le sue sorelle
  • 1,47
  • Un po’ di meno e un po’ di più
  • My own private Ukraine (qualche tempo dopo)
  • Carezze
  • E c’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra
  • Anacronismi (la storia sono loro)
  • Come un cattivo destino
  • Il motore della vita
  • Evaporando a Fuxing Park
  • February 2006
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    21/02/2006

    Dopo il liceo che potevo far

    Filed under: — JE6 @ 13:58

    A quanto pare, un’istruzione generalista è da preferirsi ad una di tipo specialistico, per sopravvivere nel mondo del lavoro moderno. E infatti, noi dell’istituto tecnico…
    Lavoce.info

    2 Responses to “Dopo il liceo che potevo far”

    1. ilaLuna84 Says:

      Non sono per niente d’accordo con questa teoria. Io sono uscita (e bene, tra l’altro) da un Liceo Classico. tornando indietro, rifarei la stessa scelta. Perchè è la scuola superiore che più si addice ai miei interessi. E perchè, anche se può sembrare retorica, è vero che “apre la mente”. Proprio come è vero che al classico ti fanno studiare talmente tanto che poi, all’Università, riscontri minore difficoltà nella preparazione degli esami. All’UNIVERSITA’, appunto.

      Perchè i Licei ti preparano ad una continuazione degli studi. Ti danno la base per affrontare il mondo accademico. Ti offrono una cultura generale.

      Ma è impensabile, per quel poco che conosco del mondo del lavoro, trovare un impiego possedendo semplicemente un diploma di maturità classica o scientifica!

      Se, dopo le superiori, l’intenzione è quella di andare a lavorare, allora non c’è scelta migliore di un istuituto tecnico.

      Sono gli istituti tecnici, secondo me, che preparano effettivamente al lavoro. Non i licei.

    2. ermagister Says:

      no, la forma mentis del classico no

    Leave a Reply