< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Al Corvetto”
  • Dare casa alle cose
  • Il criterio mancante
  • La vita degli altri
  • Grandi Progetti
  • Cinquanta
  • Beau geste
  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • December 2004
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    09/12/2004

    Greetings from Brussels 4 – Lost in Europe

    Filed under: — JE6 @ 11:07

    Una volta la nebbia era prerogativa di Milano.
    Questa mattina, un umido grigiore da tagliare a fette. L’aereo proveniente dall’Italia viene dirottato a Liegi. Da Bruxelles, il prossimo volo Ryanair con posti liberi per Milano e’ previsto per il 14 dicembre (che faccio, qualche giorno di vacanza?). Anche gli altri aeroporti son chiusi.
    E allora, si ritorna in citta’, dopo aver scaricato il cellulare facendo mille chiamate per trovare una soluzione alternativa. Eccola, in treno a Parigi, da li’ a Milano, e poi di nuovo a Bergamo per recuperare la macchina.
    Adesso vado. Scusate, non vorrei perdere il mio prezioso posto di seconda classe.

    6 Responses to “Greetings from Brussels 4 – Lost in Europe”

    1. marco Says:

      Avresti potuto venirmi a trovare.

    2. Effe Says:

      non ha considerato l’autostop

    3. Auro Says:

      ecco vede… se l’avessi saputo che sarebbe passato da Parigi le avrei fatto comprare un po’ di libri che so che lì ci sono (e so anche dove, in quale scaffale…) e qui no… ecco vede… ci sarebbe stato anche del formaggio muffoso da comprare e pure un salto da pylones non sarebbe stato male… non poteva avvisare prima? uffa… (baci)

    4. kikkio Says:

      Ci sono stato recentemente a Bruxelles. Dietro la patina di eleganza sintetica si trova un mondo veramente scintillante e multietnico. Oltre a dell’ottima birra. Affascinante.

    5. Squonk Says:

      Marco, ad avere tempo…
      Herr: lei crede?
      Auro: a Parigi mi sono fermato per la bellezza di 75 minuti.

    6. marco Says:

      La prossima volta che capita un problema analogo, varrebbe la pena di valutare altre due possibilità; una, che forse hai valutato, è volare da Bruxelles a Linate con Virgin Express, l’altra è andare ad Amsterdam in treno (due ore) e prendere un volo Basiq air su Orio o Virgin Express su Milano Linate.

    Leave a Reply