< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • September 2006
    M T W T F S S
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    30/09/2006

    Che democrazia è questa?

    Filed under: — JE6 @ 17:21

    Ho visto un paio di volte i servizi dei tg che mostrano un signore il quale, protestando contro il rimpatrio di una figlia non sua, grida “ma che democrazia è questa?”.
    “La stessa che ti ha permesso di fare un sequestro di persona, mettendo a rischio centinaia di altri affidi, senza sbatterti direttamente in prigione e senza passare dal via” ho pensato di rispondergli. Ma poi, perchè infierire, quel signore sta già abbastanza male di suo, e di suo ce ne ha messo parecchio.

    6 Responses to “Che democrazia è questa?”

    1. CA9122 Says:

      Il nostro Ordinamento prevede, che chiunque commetta un illecito per “necessità” non debba essere perseguito. E’ come quell’uomo che ruba una mela per sfamarsi. Ha certamente commesso un sequestro ed ha certamente messo a rischio molti altri affidi, ma è un uomo con una moglie che hanno sofferto molto. Non credo che possiamo minimamente immaginare cosa possa provare una coppia che non è in grado di avere figli, quando gli si porta via quella bambina che può veramente dare felicità e sostegno alla loro unione.

    2. Squonk Says:

      Stato di necessità? Ecco, questa mi mancava. Infertili di tutto il mondo, unitevi e rapite bambini (sul serio, siamo in milioni a poter immaginare, per esperienza personale più o meno diretta: ma non ci siamo trasformati in rapitori di bambini con l’improntitudine di gridare allo scandalo se poi le cose vanno come devono – DEVONO – andare).

    3. Corrado Says:

      Stato di necessità ?! Stato pre tribale: non ho figli, ne voglio uno, accetto le regole dell’ affido, ho notizia dall’ affidato di una situazione grave, la risolvo a modo mio fregandomene della legge e degli altri affidati e ultimo….. mi lamento. Ps rifiuto la “discutibile” mediazione del governo perchè la sottosegretaria aveva la minigonna ( la sharia non ce l’ anno solo gli islamici)

    4. CA9122 Says:

      Non le faccio io le leggi e non sono neanche un Giudice che deve applicarle. Dico solo come vanno le cose in Italia. Non sono neanche d’accordo con quella coppia genovese; io non l’avrei mai fatta una cosa simile, ma non mi sento nemmeno di arrestarli o comunque di metterli in croce per quello che hanno fatto.
      Anche un padre che non restituisce il proprio figlio alla sua ex moglie all’orario giusto, rischia di essere denunciato per sequestro di persona se la sua ex è una stronza (e ce ne sono ex mogli molto stronze) e diamine, è pur sempre suo figlio!!

    5. ilaLuna84 Says:

      Sinceramente ho ancora le idee un po’ confuse su come pensarla in merito all’intera faccenda. Ma una cosa è certa: se davvero la bambina ha subito violenze in patria; se davvero ha tentato di suicidarsi per questo motivo, con che coraggio la si rimanda lì?

      Il punto sta nell’accertare se questo sia vero.
      Ma, se è vero, onestamente dò solidarietà ai genitori affidatari.

    6. Squonk Says:

      Supponiamo che la bambina sia davvero stata sottoposta a sevizie. O pensiamo che subirà lo stesso trattamento in qualunque posto in Bielorussia, oppure chiediamo che venga mandata in un luogo sicuro, dove possa essere curata e cresciuta come qualunque bambino merita. Se pensiamo la prima cosa, allora sospendiamo le relazioni diplomatiche con quel paese; altrimenti, ci comportiamo da persone civili e intelligenti.

    Leave a Reply