< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • August 2008
    M T W T F S S
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    19/08/2008

    E invece non dovrebbe

    Filed under: — JE6 @ 23:50

    “Lui dorme bene la notte. E invece non dovrebbe”.
    Ogni tanto penso che ci dividiamo in queste due categorie, quelli che la notte dormono bene e quelli che invece non ci riescono – e nessuno sano di mente che abbia più di dodici anni ci dovrebbe riuscire. Noi facciamo parte della seconda categoria, siamo quelli che leggono una piccola stupida battuta del cazzo (ma era poi una battuta?) e ci restano male, più per le parole rimaste nella tastiera del telefono che per quelle che sono state scritte, siamo quelli che guardano il Late Show e ghignano a denti stretti perchè noi abbiamo Crozza e loro Letterman, siamo quelli che lavorano ridendo di giorno e masticando Maalox di sera. Penso alle persone che conosco, quelle che credo di conoscere abbastanza bene: tutte quelle interessanti non dormono bene, anche quelle che dormono tanto (o dicono di farlo). Non ne sono contento, ma sono in buona compagnia.

    Quel che si dice la mission

    Filed under: — JE6 @ 18:07

    Non starò qui a dire – come peraltro fa Gianluca stesso – “meglio tardi che mai”; e non starò nemmeno a metter le mani avanti rispetto a quelli che “oh, i blogger che si guardano l’ombelico, e ne godono”. Dico che qui si è sempre pensato che questo aggeggio chiamato blog servisse fondamentalmente a scrivere la Storia attraverso il racconto delle storie (o, in altri termini: “scrivere dei cazzi propri come metafora per parlare del resto del mondo attorno”). Non ho ancora cambiato idea.
    Macchianera