< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • October 2008
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    01/10/2008

    Gruesse aus Wiesbaden ’08 – 4. Reazioni

    Filed under: — JE6 @ 23:02

    Io non so come descrivere compiutamente la scena di un anziano blogger italico che entra in una Stube di una piovosa e ventosa città tedesca, si siede stanco ed affamato, e dopo pochi minuti si rende conto che il deejay o chi per lui sta passando il “best of” di Mick Hucknall (il che è chiaramente un ossimoro) e per reazione inizia a bere a stomaco vuoto leggendo l’Economist sotto lo sguardo attonito degli avventori del locale.

    Gruesse aus Wiesbaden ’08 – 3. Inatteso

    Filed under: — JE6 @ 09:02

    Faccio tardi perchè mi fermo a guardare fuori dalla finestra. Le nuvole corrono basse, e tira vento. I campi sono zuppi dell’acqua caduta ieri e per tutta la notte. Però ci sono dei magnifici alberi con i colori dell’autunno e il silenzio della camera è rotto solo dal lontano rumore dell’autostrada che costeggia questa zona industriale. Mi piace vederci un simbolo, la possibilità di stare bene – anche se solo per poco, magari – in un posto inatteso, in un momento inaspettato.