< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Running, standing still
  • Quello che te ne resta
  • Call the call a call
  • Dopo l’incidente
  • Play around it
  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • May 2010
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/05/2010

    Silenzio

    Filed under: — JE6 @ 10:10

    Ho letto un paio di volte questo articolo di Sandro Gilioli, dove si sostiene – non senza aver furbescamente messo le mani avanti dicendo “quel peccato l’ho commesso anch’io, eh” – che “chi lavora al Giornale (…) non ha più cittadinanza nemmeno per ricordare a D’Alema che anche lui non è immune da critiche per quanto riguarda la vicenda Affittopoli“. Poi ho provato a fare mente locale a quanti e quali siano i giornali che in questo paese possano essere definiti vergini, non macchiati dal peccato originale dell’essere, più o meno direttamente, “di qualcuno”. E insomma, ho idea che un’applicazione rigida e coerente della teoria gilioliana porterebbe questo paese al silenzio totale, che sarebbe comunque peggio del casino fazioso nel quale siamo immersi ogni giorno.
    Piovono rane