< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • November 2003
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    21/11/2003

    Filed under: — JE6 @ 16:51

    Io, che magari sono un po’ beat
    E magari è vero, anche se ho piantato a metà “On The Road” due volte su due
    “Ho inoltre la sensazione, ma forse mi confondo, che esiste una relazione tra i template e i loro proprietari”.
    Hotel Messico

    Filed under: — JE6 @ 15:06

    La forma non è tutto, ma
    Qualche giorno fa, cito a memoria, Shangri-La scriveva “se una cosa è mal scritta, è mal pensata“.
    Oggi leggo, sulla colonna sinistra di American Beauty, questa bella definizione data da Lester a proposito di un blog che poi, insomma, vedete voi se visitare o no: “Nessuna vita è banale se raccontata bene“.
    Ed io, cresciuto nel mito dei contenuti.

    Filed under: — JE6 @ 08:38

    Pen pals
    Ve li ricordate? Gli “amici di penna”, con i quali la professoressa di inglese ci obbligava a corrispondere per mettere in pratica i suoi insegnamenti quotidiani.
    Ecco, mi sta venendo voglia di riprendere le buone, vecchie abitudini.
    Questa mattina avrei potuto corrispondere con Osvaldo Crocketts, e fargli sapere che sì, il tasso al 2,95% che mi offre non è niente male, con Ulysses Askew, al quale potrei far sapere che sono interessato alla sua offerta di perdere peso senza fatica, con Jefferson Navarro, al quale rivolgerei l’implorazione di farmi sapere come posso “farle urlare il mio nome”.
    Chissà, ci potremmo scambiare gli indirizzi di casa, incontrarci durante le feste natalizie, inviarci fotografie delle famiglie.
    E’ bello avere degli amici sparsi per il mondo.

    Filed under: — JE6 @ 08:31

    A casa, tutto bene?
    La signora che fa le pulizie condominiali è tornata ieri. Tre settimane in Ucraina, a trovare la famiglia. Dopo tre anni di assenza, perchè prova tu a mandare tutti i mesi a casa qualche manciata di euro, mantenerti, ed al tempo stesso risparmiare per il viaggio.
    “Buongiorno, signora, bentornata”. Questo son stato capace di dirglielo, sì. Ma poi, vigliacco che sono, non ho avuto coraggio di chiederle della famiglia, dei figli. Io, mia moglie e mia figlia, le vedo tutti i giorni.