< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Sono vivi ma tu non lo senti”
  • Ben bene
  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • June 2003
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    20/06/2003

    Filed under: — JE6 @ 08:38

    Noi, gente di una certa età
    Ci ritroviamo a fare cose come questa. Invecchiare male, e rendersene conto.

    9 Responses to “”

    1. AdRiX Says:

      minchiate. non è mai troppo tardi per avere un’infanzia felice. 🙂

    2. Squonk Says:

      La felicità è un naso spiaccicato. Come l’infanzia. Vista così, devo smetterla di rimproverare mia figlia.

    3. utente anonimo Says:

      Il comportamento descritto da quel signore nel suo post. mi ricorda tanto, ma proprio tanto quello del Dottor Ciambellano alle prese con la sua toga…

    4. Squonk Says:

      Non per niente vado per i 37…

    5. Effe Says:

      Si calmi, Sir Squonk. Lei è il degno nume dei 36enni, non si lasci corrompere da quegl’altri là…

    6. AdRiX Says:

      37? eh, la vecchiaia e’ ingrata, ci sono passtao anch’io. per rincuorarti, sappi che a 39 anni ho cominciato ad andare in barca a vela e ora quando capita faccio il prodiere in regata 🙂

    7. Squonk Says:

      Io ho deciso che, arrivato ai 39, tornerò alla stecca da biliardo. E’ lì, in cantina, divisa nei suoi due pezzi, ed ogni tanto mi chiama. Io faccio orecchie da mercante. Per due anni ancora.

    8. georgia Says:

      Dev’essere colpa del 1967, decisamente. I doors scrivevano ‘Light my Fire’, in Inghilterra impazzava la swinging London e Kotler scriveva il suo primo libro sul marketing.

    9. utente anonimo Says:

      Anche se pervaso da un certo pessimismo il tuo blog mi piace. Stai tranquicomunque non stai ancora invecchiando. Ho superato i 40 ed ho smesso di contarli xchè l’età anagrafica non ha significato.

    Leave a Reply