< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Sono vivi ma tu non lo senti”
  • Ben bene
  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • January 2004
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    15/01/2004

    Filed under: — JE6 @ 08:11

    I Know What I Like
    Come già ebbe a dirmi Vic qualche tempo fa, uno dei grandi regali del blog è stato quello dello sdoganamento del culto dei Genesis.
    La famiglia è ampia, più di quanto si creda in questi grami tempi di Outkast e Beyoncè, e gode di buona salute.
    E quindi, fratelli e sorelle di culto, è giunta l’ora: stringiamci a coorte.
    Dichiaratevi. Usate i commenti di questo umile post, e scrivetelo: sì, io AMO i Genesis. Poi, scrivete se siete di quelli che preferiscono la fase pre-nanopelato, oppure quella post. Ed infine, le vostre tre canzoni preferite (se volete anche ricordare l’album di provenienza, fate pure).
    Me, I’m just a lawnmower: you can tell me by the way I walk.

    35 Responses to “”

    1. utente anonimo Says:

      Carpet Crawlers
      Anyway
      The light dies down on Broadway
      Afterglow
      Follow You Follow Me
      Open Door

      Tre prima, tre dopo: per me pari sono.
      L.

    2. Squonk Says:

      Pre-nanopelato
      Supper’s Ready (Foxtrot)
      In The Cage (versione live su Three Sides Live)
      Unquiet Slumbers For the Sleepers… In That Quiet Earth (Wind and Wuthering)

    3. Effe Says:

      Io avrei pronta da tempo una sinossi comparativa Genesis-Quartetto Cetra. Diciotto volumi. Pubblico qui?

    4. Squonk Says:

      Le strappo i peli del pizzo uno ad uno.

    5. Effe Says:

      Neppure un abstract?

    6. utente anonimo Says:

      Cosa avete contro i Cetra? (s’allontana ancheggiando al ritmo de “Donna, tutto si fa per te…”)

    7. personalitaconfusa Says:

      Sir, che lei sia benedetto. Temo di aver fatto il suo stesso percorso: come lei, credo, ai tempi di ‘The Lamb’ andavo all’asilo, ma nella seconda metà degli anni 80 mi sono adoperato per scoprire ed esplorare ciò era stato fatto prima degli 80. E ho scoperchiato il vaso di Pandora. Tra i tanti, ho amato i Genesis. Per me i Genesis erano meglio quando c’era quell’altro cantante, quello degli inizi. Guardi, arrivo a fino all’ottimo Trick of the Tail, ma di tutto ciò che è seguito salverei poco poco. Insomma, sono per la fase ‘pre’.

      1. Supper’s ready
      2. Fifth of firth
      3. Battle of epping forest

    8. sphera Says:

      Pre. Ho lì gli LP che si impolverano, ma certo non li butto.(N.B. ho anche un paio di 45 giri dei Cetra, dovessero servire)

    9. Effe Says:

      Quella sui Cetra è un’intollerabile censura. Vorrei proprio sapere cosa ne pensa l’Annunziata.
      Comunque, anche io pre. Così, per nostalgia di qualcosa che non ho vissuto.

    10. Chettimar Says:

      Uso il metodo-Sofri, chè a sceglierne solo tre mi viene il mal di testa.
      Fase-pre:
      Supper’s Ready (Foxtrot)
      The Cinema Show (con la parte cantata di Selling England by the Pound e la parte strumentale di Seconds Out)
      The Musical Box(Nursery Cryme)
      Fase post:
      Home by the Sea-Second Home by the Sea (Genesis)
      Robbery, Assault and Battery (A Trick of the Tail)
      Follow You, Follow Me (…And Then Were Three)

    11. utente anonimo Says:

      Io adoro i Genesis (specialmente pre)

    12. AdRiX Says:

      IMHO i Genesis scoppiarono _non_ quando PG se ne ando’, ma quando se ne ando’ Steve Hackett.
      Preferiti:
      Musical Box – da Nursery Cryme
      The Cage – da The Lamb Lies Down On Broadway
      Watcher Of The Skies – da Genesis Live
      I tre dischi (A Trick Of The Tail, Wind & Wuthering e Seconds Out) post-PG con Hackett sono bellissimi, comunque!

    13. Squonk Says:

      A propos: il sottoscritto ha trascorso una notte nell’ostello della gioventù di Epping Forest. Agosto 1987.
      Dove ho messo il fazzoletto, maledizione…

    14. utente anonimo Says:

      (porgendogli un quadratino di raso rosso bordato di pizzo rosso alto due palmi) Prenda il mio, mio dolce Dr Squonk…

    15. Effe Says:

      Abbiamo avuto tutti vent’anni, Sir. Qualcuno, anche di galera.

    16. utente anonimo Says:

      Ne abbiamo avuti tutti anche meno…E oggi sono triste perché è morto un simbolo della mia giovinezza tv: Delia Scala…Uf, altro che Veline!

    17. Squonk Says:

      Buonanotte, Bettina…

    18. Effe Says:

      Allora, esprimo il mio cordoglio eccetera.
      Però, porc., qui si parla di musica sacra. E abbiate un po’ di rispetto, santodio.

    19. utente anonimo Says:

      Oremus

    20. utente anonimo Says:

      Sacra? Non sarai leggermente blasfemo, sir? (io invece sto sacramentando perché ci saranno di nuovo scioperi bus: hanno di nuovo rotto il contratto. Che canterebbero i Genesis a proposito?)

    21. utente anonimo Says:

      supper’s ready carpet crawlers the cinema show, ovviamente i pre, anche se fino a wind and wuthering ci arrivo volentieri, bb

    22. sphera Says:

      Un abisso socio-culturale ci divide: ho una scarsissima considerazione (ed è un eufemismo per rispetto ai numerosi fans) per i Genesis, pre/durante/post, e non me ne vergogno. Per distacco, leggo questo post e posto questo commento in piedi fischiettando “maramao perchè sei morto” (versione Rita Pavone).

    23. Chettimar Says:

      Ai Genesis è sempre piaciuta, Rita Pavone.

    24. Chettimar Says:

      Non erano i Pink Floyd quelli a cui piaceva Rita Pavone? (la leggenda narra che su un libro dedicato a Waters&C., che in questo momento non mi sovviene, i redattori, trascrivendo il testo di San Tropez – da Meddle -, abbiano preso making a date – later by phone con making a date – with Rita Pavone)

    25. burp Says:

      Preso *per*. Per la serie “costruzioni verbali in libertà“.

    26. Chettimar Says:

      arrivo tardi ma non derivo sui pavoni persi nelle traduzioni: Firth or Firth, The cinema show, Dancing with the moonlit knight. Però confesso che i titoli ho dovuto chiederli a mio fratello più giovane, fine genesisesegeta, canticchiandogliele al telefono e rimediando infine un invito per andare a vedere un loro clone canadese che mi dice essere evento assai spettacolare.

    27. utente anonimo Says:

      Clone canadese = The Musical Box, presumo. (il 22 aprile al Teatro Diners della Luna di Milano, per chi – come me – volesse andarci.)

    28. utente anonimo Says:

      SI IO AMO I GENESIS.
      Anche se per un llluuunnngo periodo ho odiato The Lamb (la mia amica me lo faceva sentire decine di volte al giorno)
      Una frase? A memoria così su due piedi?
      “they call me the Reverend when I enter the church
      umstead…..The employer qas change, but the name has remaind….”
      Ecc.Stavo anche cantando per scriverla.

    29. utente anonimo Says:

      was era was
      unsteined era unsteined (sono andata a controllare quella parola che non mi suonava)

    30. utente anonimo Says:

      E se vuole le canto anche quelle tratte dall’LP del suo nick che conoscevo tutte a memoria, come anche molte delle altre del resto. Erano veramente un mio pallino (tutti i dischi persi, non mi ci FaccI pensare sigh sob sigh)

    31. Chettimar Says:

      M’hai rubato il post, m’hai rubato 🙂
      Allora, a ruota libera: The Musical Box (da Nursery Cryme, soprattutto il finale “why don’t you touch me, touch me, now…”), Watcher Of The Skies e Horizons (da Foxtrot) e Supper’s Ready (idem, in particolare The Guaranteed Eternal Sanctuary Man e Apocalypse in 9/8), Firth Of Fifth (da Selling England, ma meglio in Seconds Out), In The Cage (da The Lamb). Per il post: Dance On A Volcano/Squonk (cioè Los Endos, da Trick Of The Tail), Afterglow (da Wind & Vodafone, ma meglio su Three Sides Live), tutto Seconds Out, una che non ricordo da And Then There Were Three, Behind The Lines (da Duke), da Three Sides Live i pezzi del 1976 con Bill Bruford. Di Abacab niente, “Genesis” dell’83 l’ho tanto odiato che dopo non ho ascoltato più niente di loro.

    32. burp Says:

      Concordo su Apocalypse in 9/8, ma ho un’insana passione per Willow Farm (all change!). E io Genesis dell’83 me lo sto, ultimamente e inspiegabilmente, divorando (è Abacab che mi fa venire quel senso di rigetto).

    33. Squonk Says:

      confermo l’identità del “clone canadese”, Musical Box, esperimento sicuramente interessante anche se la moda del clone francamente ha rotto le palle. Però per i genesis si fa un’eccezione. O no?

    34. Anonymous Says:

      Mah, non so: quarantasei euri, santiddio.

    35. Anonymous Says:

      Afterglow, Firth of fifth, Ripples. Parlare di amore è riduttivo, i Genesis credo siano iscritti nel mio codice genetico. E’ bello sapere che siamo ancora in tanti.

    Leave a Reply