< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • “Sono vivi ma tu non lo senti”
  • Ben bene
  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • January 2004
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    15/01/2004

    I Know What I Like

    Filed under: — JE6 @ 08:12

    Come già ebbe a dirmi Vic qualche tempo fa, uno dei grandi regali del blog è stato quello dello sdoganamento del culto dei Genesis.
    La famiglia è ampia, più di quanto si creda in questi grami tempi di Outkast e Beyoncè, e gode di buona salute.
    E quindi, fratelli e sorelle di culto, è giunta l’ora: stringiamci a coorte.
    Dichiaratevi. Usate i commenti di questo umile post, e scrivetelo: sì, io AMO i Genesis. Poi, scrivete se siete di quelli che preferiscono la fase pre-nanopelato, oppure quella post. Ed infine, le vostre tre canzoni preferite (se volete anche ricordare l’album di provenienza, fate pure).
    Me, I’m just a lawnmower: you can tell me by the way I walk.

    2 Responses to “I Know What I Like”

    1. Pietro Says:

      Arriverò tardi, ma per completezza di informazione il mio tardivo intervento è necessario 😀

      sì, io AMO i Genesis!
      Quelli pre-nano, quelli di The Lamia, Anyway, Cinema Show (per citare le tre canzoni preferite), e tante e tante altre…

    2. mancio Says:

      Sono anch’io un “malato” dei Genesis, ovviamente del periodo 70-75, con un prolungamento fino al ’78 (Seconds Out) che tutto sommato considero accettabile.
      Ho iniziato ad amarli al tempo delle scuole Medie, era il periodo in cui ancora venivano in Italia, ma purtroppo ero troppo piccolo per andarli a vedere (se penso che il 22 Agosto 1972 erano all’Alcione a suonare “The Fountain of Salmacis” e “The Musical Box” mi morderei i cosiddetti…..). Poi, dal 78-80 piu’ niente. Ricordo i video dei primi anni 80 con le orrende Abacab , Invisible Touch e altre cagate del genere…). Ogni tanto rimettevo su Foxtrot o SEBTP ma nulla piu’. Poi, due mesi fa, ho visto in edicola il DVD allegato a Repubblica…l’ho preso…e mi e’ ritornata la scimmia. Nell’ordine: 1) comprato al volo libro di Giammetti-Profumo “The river of constant change” che ho letto di un fiato e poi riletto ancora 2) Iscrizione alla mailing -list Dusk 3) Acquisto di Dusk in Via S.Vincenzo 4) Concerto di PG il 15 alla Fiera del Mare 5) Scaricamento dal Web di spartiti per chitarra dei nostri e di PG 6) Riacquisto graduale dei CD dei nostri (putroppo il piatto si e’ rotto, e non essendo un grande pezzo, mi costerebbe molto di + farlo aggiustare , sob)

      Inutile dire che anch’io spero in una (ahime’ improbabile) reunion della line-up storica. Fra l’altro credo che PG, con la voce che ha oggi, canterebbe le canzoni di allora ancora meravigliosamente bene. Basta sentire come ha ricantato la meravigliosa “The Lamia” nel cofanetto Archive 1 …….
      Ho gia scritto sul newsgroup di Dusk che dovremmo muoverci per promuovere un tale evento; questo puo’ avvenire solo dall’Italia, che notoriamente e’ sempre stato il Paese che ha + amato i nostri e che prima di altri ne ha decretato il successo. Sarei curioso di sapere quante persone accorrerebbero ad un eventuale concerto di reunion (magari a Genova, ehehehehe…..). Se a Milton Keynes, solo 7 anni dopo la dipartita di PH, ce ne furono 47000 sotto la pioggia, oggi quanti sarebbero?

      A proposito di “The Lamb”, lo sto riascoltando, rigorosamente in cuffia, in questi giorni, praticametente una sera si e una no (con gran gioia di mia moglie…). Devo dire che mi piace + ora che tanti anni fa, allora lo consideravo molto + brutto degli altri, ora invece mi pare assolutamente moderno e attuale, chissa cosa avrebbero partorito se PG non se ne fosse andato…ed infatti abbiamo visto cosa ha fatto da solo.

      Un ultima cosa, sto cercando video del periodo d’oro, ho visto che c’e un gruppo Yahoo GmDVD che “shera” i filmati , ma mi pare un po’ complicato. Avete qualche dritta (o meglio, ne avete qualcuno eventualmente da duplicare?).

      Ciao, Mancio

    Leave a Reply