< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • August 2013
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    20/08/2013

    Terra rossa e ulivi

    Filed under: — JE6 @ 08:12

    Intorno è tutto terra rossa e ulivi. Il mare è a pochi chilometri, e lontanissimo. Nel cimitero c’è un silenzio quasi perfetto, come se alle tre del pomeriggio la vita fatta del volo di mosche e lievi spostamenti di foglie avesse deciso di stare fuori da quelle mura. A un albero sono appesi piccoli rosari, e tre penne di plastica. La tela di una bandiera brasiliana pende stanca sotto il sole. Nell’angolo più lontano si avverte il primo movimento, una donna di mezza età vestita di nero pulisce la tomba di un nonno e di un nipote. Arriva una coppia, scambia un saluto con la donna, si sentono le parole buon viaggio che dicono di una partenza, di un ritorno a una casa che da tanti anni non è più in questo piccolo paese, di un saluto ai morti prima di accendere il motore e dirigersi verso nord.