< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • December 2008
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    28/12/2008

    And the winners are

    Filed under: — JE6 @ 21:19

    Il titolare qui ringrazia di cuore Lorenza, compagna di blog di lungo corso e – mi piace pensarlo – probabile lontana parente trovata grazie al blog medesimo, per aver assegnato a questo blog di periferia il Premio Dardos, che premia i blog “che hanno dimostrato il loro impegno nel trasmettere valori culturali, etici, letterari o personali”.

    Il ringraziamento è ovviamente colmo di stupore, perchè l’idea di trasmettere i valori di cui sopra non ha mai sfiorato il cervello a riposo del sottoscritto, e ancor più perchè un’attenta disamina di dodici mesi di post non può non far considerare il riconoscimento se non come un regalo dovuto all’amicizia.

    Detto questo, apprendo che il regolamento di questo premio prevede di:
    1) Accettare e comunicare il relativo regolamento visualizzando il logo del premio
    2) Linkare il blog premiante
    3) Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio

    Quanto al primo punto, accetto ed eseguo, venendo però meno alla richiesta di visualizzazione del logo perchè tra le sue molte fissazioni, il titolare qui ha quella del rifiutare la presenza di qualsivoglia immagine nei suoi post, visto che le parole dovrebbero bastare a tutto. Diciamo che seguendo il link, vedrete il logo in questione a casa di Lorenza.
    I problemi vengono con il terzo punto, visto che per molti motivi leggo poco – e leggo sostanzialmente sempre la stessa gente dal 2003, con poche eccezioni. Il fatto è che, data la tipologia di “valori” per i quali un blog andrebbe premiato stando al regolamento, dovrei linkare ben più di quindici blog. Scelgo così di linkarne solo due, che valgono molto come blog e ancora di più come persone; quanto apprezzeranno il coinvolgimento non so dirlo, ma confido nella convenzione sociale che in questo periodo dell’anno ci vuole tutti più buoni. Così, the winners are:

    Pezzidufficio, della signorina Tengi
    Suzukimaruti, del signor Suzukimaruti (quando si dice la fantasia)

    Ecco.

    Leave a Reply