< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • June 2010
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    04/06/2010

    Anello in una catena

    Filed under: — JE6 @ 12:46

    Nel decalogo che Sergio Maistrello ha scritto pensando agli abitanti della Rete ci sono molti consigli di puro buon senso: e lo scrivo con rispetto, perché questa è merce sempre più rara in questi tempi grami. E ci sono un paio di frasi che suonano anch’esse semplici e quasi ovvie, al punto da suonare banali, e invece non lo sono per nulla:

    Sei nodo in una rete, anello in una catena. Ogni tua azione ha una conseguenza, seppur minima, a livello di sistema.

    A me pare che stia davvero tutto qui. Siamo cresciuti a suon di “io, io, io”. Io faccio questo e io disfo quell’altro. Io. E va bene, se non fosse che – volenti o nolenti – le nostre azioni, appunto, hanno conseguenze sugli altri: a volte lievissime, piccoli dispiaceri dei quali ci si fa subito una ragione, piccole gioie che sfumano in poche ore; altre volte più rilevanti. Ricordarselo è un esercizio, di modestia e intelligenza – altre merci rare, è vero.

    Sergio Maistrello