< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • September 2011
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    02/09/2011

    Che ridere

    Filed under: — JE6 @ 16:22

    Tutto sommato mi sa che ha ragione Luca Sofri quando definisce Matteo Renzi “gran battutista”: candidarsi alle primarie quando lo statuto del tuo partito dice quello lo può fare solo il segretario, cioè colui che le primarie le ha già fatte e – tu pensa – vinte, suona in effetti come una battuta. Quanto buona, ecco, vabeh: questione di gusti, diciamo.
    [Peraltro, Renzi potrebbe candidarsi essendo esterno al PD: che è esattamente ciò che uno non particolarmente addentro alle vicende della politica italiana pensa quando lo sente parlare. Ma questo è un altro discorso, ok]

    Schivando memorie

    Filed under: — JE6 @ 11:27

    Non ho bisogno di riguardare mille fotografie e rivedere altre cento volte gli aerei che entrano in quei due grattacieli per ricordarmi dov’ero e cosa facevo l’11 settembre del 2001, così come non avevo bisogno di fissare ancora la scena di Piazza Alimonda per sapere dov’ero e cosa facevo durante il G8 di Genova – ho buona memoria, non ho voglia di star male ancora, né di discutere invano sapendo che né io né nessun altro cambia mai davvero idea quando si confronta con i sedimenti di se stesso. Fate voi, poi ci risentiamo.