< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • March 2003
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    12/03/2003

    Filed under: — JE6 @ 12:29

    E proporlo al Papa per la beatificazione?
    Fantastico. Da non-cofferatiano, potrei anche farmi due risate apprendendo del fantastico libretto pubblicato dalla CGIL di Bologna e dedicato all’ex segretario generale, in arte il Cinese. Ah, i bei tempi del culto della personalità del lider Massimo, contraddistinti almeno da una maggiore levità della scrittura: qui si va da “Credo che lei avverta il respiro del mondo o per lo meno sia tra le persone che sono in grado di farlo” a “Anche tu qualche notte avrai sognato di tornare alla tua postazione. Spero che il sogno ti sia stato lieve”, da “Quando il condottiero torna fra il popolo, i mediocri si divertiranno a punzecchiarlo, ma tu non hai paura di nessuno” a “Tu grandi cose le hai già fatte, ma è niente rispetto a quello che farai”. E taciamo della copertina, che raffigura il mio omonimo con le ali sulle spalle, novello angelo custode dell’affranto popolo della sinistra. Continuate così, fatevi del male. Tanto poi, le elezioni le perdiamo tutti insieme.

    Filed under: — JE6 @ 11:29

    Titoli ed attributi
    Si apprende che un TAR accoglie un ricorso relativo alle elezioni amministrative di Gela, così che lo sconfitto diventa vincitore e viceversa. E fin qui, niente di che: questo paese è governato dai TAR, per chi non lo sapesse. Interessante però il titolo che Repubblica.it mette a cappello della notizia: “Sindaco gay a Gela – “Il primo in Italia”. Si noti: il ricorso è stato accettato in quanto sono state riscontrate irregolarità nel conteggio dei voti. Non si ha notizia del fatto che i cittadini di Gela abbiano votato l’uno o l’altro in base alla propensione sessuale. E quindi, non ci si spiega il titolo. O meglio, ce lo si spiega benissimo. Purtroppo.