< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • March 2003
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    31/03/2003

    Filed under: — JE6 @ 10:50

    Fare in fretta?
    Sono uno di quelli che non voleva la guerra. Adesso, la guerra c’è. Cosa mi dovrei augurare, una sua rapida conclusione oppure un suo allungamento stile Vietnam? Beh, io vorrei che finisse in fretta, ma con il minor numero di morti possibile. Questo, però, presuppone che l’Iraq si arrenda, e la cosa non sembra probabile. E allora? Mi dovrei augurare che venga gettata la superbomba? Dovrei sperare che una inconcepibile quantità di missili cada su Baghdad, Bassora, Mosul e così via, causando molte altre migliaia di morti? Non lo so: c’è chi mi vuole mettere di fronte a due alternative entrambe orribili, perchè la terza non è praticabile – e non certo per colpa mia: non sono io ad aver sbagliato i piani della guerra.

    Leave a Reply