< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • Broncio
  • Kefiah
  • Trattato di pace
  • La benda
  • Fiscal Chernobyl
  • I cimiteri di Trieste
  • Dentro Chernobyl
  • July 2004
    M T W T F S S
    « Jun   Aug »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    02/07/2004

    Peccati

    Filed under: — JE6 @ 09:19

    Devo aver commesso qualcosa di innominabile, in una delle mie vite precedenti, se questa sera, invece di essere al concerto di Yes+PFM, mi troverò con le gambe sotto al tavolo della cena aziendale.
    VogheraRockFestival

    6 Responses to “Peccati”

    1. adrix Says:

      No! NO! NO! Goppai, si esima e se la svigni, è imperativo!

    2. apprentisorcier Says:

      Ecco, ma ora questo mi fa venire in mente una cosa. Gli YES sono (furono) dei giganti. La PFM dei pigmei. Che ho sempre trovato sopravvalutati: com’è possibile che siano l’unico gruppo prog italiano che ha avuto della visibilità all’estero? Non è che mi stupisca perché non l’abbiano avuta anche altri (e sono tutt’altro che un esperto): mi chiedo perché ce l’hanno avuta loro! Tutto quello che ho sentito era una scipita rimescolatura senz’anima. Invece amo molto certe vecchie cose di Banco e New Trolls, di cui ho visto anche concerti davvero di grande valore, anni fa: la passione produce ottimi risultati anche ad anni di distanza dal momento giusto. Comunque c’è una cosa da dire: Luca Sofri mi sta sulle balle, ma ogni tanto ci azzecca, e quando ha scritto “con quella faccia un po’ così che abbiamo noi che abbiamo visto i Genesis” ha colto il senso della “diversità” che mi sento addosso, per il fatto che un mio amico mi ha passato un hard disk che gli avanzava, e io ci ho trovato dentro (oltre a qualche decina di giga di film porno) anche una ventina di filmati di annata dei Genesis, con Gabriel coi capelli lunghi che canta “the fountain of Salmacis”, e mi sono commosso. Ok, è un post, più che un commento.

    3. Squonk Says:

      Caro il mio Apprendista, lei mette a dura prova il mio senso democratico. Lo vada a chiedere a Jon Anderson, se quelli della Premiata sono dei sopravvalutati, ecco.
      Lei non va all’inferno, ma si ferma giusto un po’ in purgatorio, solo grazie a quei venti video. Ne faccia una copia, per cortesia, e vedrò di considerare chiuso l’incidente.

    4. adrix Says:

      Caro apprendista, la cosa che ti e’ venuta in mente e’ una vaccata. Yes e PFM sono tra le band piu’ importanti del progressive rock. E se non capisci il perche’, e’ perche’ non conosci la storia delle due band, del movimento progressive, e della musica degli anni ’70. Punto.

    5. apprentisorcier Says:

      Caro Adrix, a dire il vero della storia del movimento progressive me ne sbatto non poco: il suddetto movimento ha prodotto di gran lunga più schifezze che cose accettabili, a mio parere, quindi sono pure molto scettico nei confronti della di esso capacità di attribuire importanza a fenomeni musicali di effettivo valore. Ma ammetto la mia conoscenza solo cursoria della PFM (peraltro frenata dalla spontanea antipatia che provo per i suoi membri più rappresentativi), quindi ci andrò giù di P2P, nei prossimi giorni. Squonk: i filmini genesiani sono bellissimi benché un po’ sgranati: glieli copio quando vuole. Ma che ha fatto Jon Anderson con la PFM? Non so se mi posso fidare anche di lui: mi ha ferito varie volte, negli ultimi anni, dopotutto!

    6. FLA Says:

      Che avrà fatto mai il grande Jon Anderson con la Pfm, cosa!
      NIENTE! ecco l’ho rilevato a tutti.

    Leave a Reply