< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"

    "Post sotto l'albero 2010"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2010 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Generale la guerra è finita
  • Dove è un lusso la fortuna c’è bisogno della luna
  • Esperienza
  • Guardando gli spettatori
  • Appena
  • Aspettando
  • La fine di un giorno
  • Dove troviamo binari
  • Quando sei fuori
  • Il mio verso libero
  • February 2005
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    02/02/2005

    Arrivederci, Carlo

    Filed under: — JE6 @ 18:42

    Maledetti feed ballerini, leggo solo adesso che Carlo-Fuoridalcoro chiude il blog.
    Lo fa con una motivazione rispetto alla quale non si può obiettare. Almeno, non sarò io a farlo.
    Che il vento ti sia alle spalle, Carlo.

    Pre-giudizi

    Filed under: — JE6 @ 09:29

    A ulteriore, anche se non necessaria, conferma del fatto che l’amico e l’amico-dell’-amico sono ancora i più potenti strumenti di marketing a disposizione di chiunque li sappia e li voglia usare, l’uscita di sacripante!, novello esperimento letterario della blogosfera, è stata spinta da una quantità davvero notevole di segnalazioni.
    Mi pare che la gran parte siano positive, ma l’aspetto che mi interessa è il tono che viene usato, sia in molti apprezzamenti che in molte critiche.
    E’ un tono “netto”, che lascia pochi spazi alle zone intermedie tra “E’ bellissimo” e “E’ una merda assoluta“.
    Tutto già visto, intendiamoci, basti pensare all’uscita della “Notte dei blogger”. Continuo però a chiedermi perchè. Solidarietà di casta? Entusiasmo naive? Invidia? Bartalismo di ritorno (gli è tutto sbagliato, gli è tutto da rifare)?
    Non lo so. So che nè l’uno nè l’altro atteggiamento sono utili. Ma tant’è, le cose stanno così, e così rimarranno.