< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • September 2005
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    13/09/2005

    Reazionario anch’io

    Filed under: — JE6 @ 17:31

    (…) perché poi, parliamoci chiaro: i patti di unione civile vanno fatti – subito, urgentemente, come primo atto di un governo di centrosinistra – soprattutto perché esistono le coppie omosessuali; e perché, per motivi di opportunità politica, religiosa, di costume ecc. ecc. non si vuole concedere agli omosessuali il diritto di sposarsi come gli etero. Per gli altri, per le coppie etero, il patto di unione civile esiste già: si chiama, appunto, matrimonio civile. Non è sacro, non è indissolubile, è solo un meccanismo con cui lo stato prende atto che due persone stanno insieme e garantisce loro un pacchetto standard di diritti e doveri. Dice: ma ci sono sempre più coppie che convivono senza sposarsi. Embè? Padronissime. Vuol dire che, appunto, non desiderano certificare davanti allo stato questo loro rapporto. Esistono altri modi: le scritture private, per esempio. I terzi deboli – i figli – sono comunque tutelati. Come dite? Siete adulti eterosessuali, vorreste che la vostra coppia fosse tutelata, ma il concetto di matrimonio? E che, io Stato devo tener conto delle vostre paure da ragazzini invecchiati? Devo farvi il matrimonio hard, quello light, quello con filtro e quello senza?
    Miic
    PS – Il grassetto è del sottoscritto.

    Sonni tranquilli

    Filed under: — JE6 @ 09:17

    D’accordo, d’accordo, certe cose bisogna conoscerle per capire lo spirito dei tempi. Cercherò di porre rimedio in qualche altro modo. Nel frattempo, e lo dico senza snobismo alcuno, affermo che il sottoscritto, non avendo visto un solo minuto di Sex and the City, si può tranquillamente permettere di perdersi Desperate Housewives e continuare a dormire tranquillo.

    Chi conosce il titolare, sa che quello del sonno è un argomento doloroso; post e titolo sono un artificio retorico, quindi.