< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • February 2006
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    17/02/2006

    Fai la faccia cattiva

    Filed under: — JE6 @ 13:15

    L’altro giorno scrivevo a un amico queste illuminate parole: “noto anche che c’è chi nasce per essere tranchant (tu ne sei un esempio vivente) e chi no (XX e il sottoscritto): i primi si possono permettere di “fare i buoni”, di tanto in tanto, i secondi, quando fanno la faccia cattiva, sembrano solo ridicoli“.
    Oggi, leggendo di accordi di programma, commissioni europee, Guantanamo, deficit del commercio estero, ecco, pensavo “loro lo sanno che io sono così, e ne approfittano“.
    Repubblica.it

    Opera dell’ingegno

    Filed under: — JE6 @ 11:56

    Per motivi di lavoro, mi sto occupando di copyright e tutele legali delle opere dell’ingegno, scoprendo che è sorprendentemente facile riuscire a far definire tale un prodotto o un servizio.
    Quindi, non mi sorprende che la Cassazione abbia «qualificato come opera dell’ingegno la trasmissione televisiva dello spettacolo sportivo quando è realizzata con “elevato livello tecnico e con l’ausilio di complessi impianti”»; mi chiedo solo se Del Piero e Kakà ne siano consapevoli, e se non abbiano intenzione di esercitare i loro buoni diritti di artisti pedatori.
    Lastampa.it

    La forza del ridicolo

    Filed under: — JE6 @ 11:20

    Io continuo a sperare che, in tante situazioni, la forza del ridicolo sia superiore a quella delle procure, ma ammetto che tra ottimismo della speranza e pessimismo della ragione quest’ultimo tende a prevalere.
    Ilgiornale.it