< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • July 2011
    M T W T F S S
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    25/07/2011

    Il-mio-mito-è-più-mito-del-tuo

    Filed under: — JE6 @ 09:07

    Tutti, più o meno, passano un periodo nel quale sono abbastanza stupidi da vedere un morto al telegiornale e scendere in cortile per dare il cinque all’amichetto (a me capitò con Bob Marley, dovevo ancora compiere quindici anni). Tutti, più o meno, attraversano un altro periodo nel quale il-mio-mito-è-più-mito-del-tuo, Van Basten e Ronaldo, Jagger e Lennon, Tiziano Ferro e Nek (quanto a questi due giuro, io non c’entro: ma il mondo è bello perché è vario, si sa). Quasi nessuno riesce a raggiungere il periodo del silenzio per miti altrui che muoiono, e dei quali non gli è mai fregato nulla.