< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • Broncio
  • Kefiah
  • Trattato di pace
  • La benda
  • Fiscal Chernobyl
  • I cimiteri di Trieste
  • Dentro Chernobyl
  • Le cose importanti
  • December 2012
    M T W T F S S
    « Nov   Jan »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/12/2012

    Niente lacrime per Anna

    Filed under: — JE6 @ 16:31

    Qualche mese fa, una dozzina o poco più, mi sono detto che forse era l’ora di provare a colmare qualche buco delle mie letture, e farle sembrare un po’ meno l’incerto risultato delle poco consapevoli scelte di un pur volenteroso studente della Scuola Radio Elettra. Allora mi sono messo di buzzo buono: Tolstoj, Dostoevskij, Fitzgerald, Salinger, Melville, Dickens. E’ passato un anno, e quel che so è che ho incontrato tre o quattro personaggi enormi, drammatici, da chiudersi in casa e non voler fare altro se non sapere come andava a finire: Andre Agassi raccontato da se stesso in Open, David Foster Wallace raccontato da David Lipsky in Come diventare se stessi (anche se il titolo originale è millemila volte meglio – Although of Course You End Up Becoming Yourself) e da D.T. Max in Every Love Story Is A Ghost Story, Bill Walton raccontato da Bill Simmons in The Great Book of Basketball e Tino Faussone raccontato da Primo Levi in La chiave a stella. Mi dispiace Anna, niente lacrime per il tuo suicidio: ma non disperare, una De Filippi per te si trova sempre.