< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • December 2004
    M T W T F S S
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    06/12/2004

    Fèscion?

    Filed under: — JE6 @ 12:57

    L’unico vero contenitore di pubblicità su carta che entra in casa Squonk è il Magazine del Corriere della Sera.
    Non ci sono molte parti da salvare, a dire il vero: Salvati, Verderami, D’Orrico, Sabelli.
    Ma la sezione veramente imperdibile è quella dove si affastellano le fotografie che ritraggono i partecipanti alle mille feste/presentazioni/cenedigala che infestano questo sciagurato paese. I partecipanti, che si suppone facciano parte del cosiddetto bel mondo (altri lo chiamano jet set, ma ci siamo capiti, no?) sono sempre vestiti in modo a) improbabile, b) costosissimo, c) elegantissimo, d) sfarzoso, e) ridicolo, f) una combinazione dei punti precedenti. Hanno tutti nomi rispetto ai quali la Contessa Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare fa la figura della sciura Maria del Gratosoglio; ma non solo, hanno nomignoli presi dagli abitanti del canile municipale di Pessano con Bornago – roba da far rimpiangere le Jennifer Cazzaniga che sbertucciamo con tanta facilità. Passano la vita spostandosi da una colazione ad un brunch, da una sfilata alla presentazione di un libro, il tutto con sovrano disprezzo di colesterolo e trigliceridi.
    Io guardo, leggo con passione, perchè ci sono poche cose che mi attraggono quanto queste parate dell’inutile; e, ogni tanto, mi pento di non essere mai stato – e di non essere oggi – un comunista polpottiano. Chissà, magari in un’altra vita.