< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Broncio
  • Kefiah
  • Trattato di pace
  • La benda
  • Fiscal Chernobyl
  • I cimiteri di Trieste
  • Dentro Chernobyl
  • Le cose importanti
  • Poi si mette lo zinco nell’acido diluito (venticinque aprile)
  • L’arco
  • December 2006
    M T W T F S S
    « Nov   Jan »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    18/12/2006

    Scarpe gialle

    Filed under: — JE6 @ 08:50

    L’altro giorno, fermo in un corridoio di un centro commerciale ad aspettare mia moglie, guardavo la gente sciamare da un negozio all’altro. Da bravo snob, osservavo con smarrimento le mille varianti di abbigliamento che mi passavano davanti agli occhi – una galleria degli orrori di cui avevo già scritto poco meno di un anno fa, e pensavo che il famoso abisso che separa la cosiddetta classe dirigente dalla cosiddetta società civile non riguarda più solo la politica, ma anche aspetti della nostra vita quotidiana rispetto ai quali ci sentivamo un po’ più sicuri – chi di noi non pensa che l’eleganza sia un tratto caratteristico degli italiani, e guarda le calze dei francesi e i pantaloni degli inglesi e le scarpe dei tedeschi, ma ti pare che si possa andare in giro conciati così? Poi uno passa davanti a una vetrina, si ferma, e si vede per quello che è – un quarantenne, che ai piedi porta un paio di sneakers gialle.