< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • September 2008
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    30/09/2008

    Click “Pause”

    Filed under: — JE6 @ 08:48

    Questo blog si sposta per un paio di giorni in Germania, nella ridente (ehm) città di Wiesbaden, dove lo aspettano pioggia e raffiche di vento. Per quanto faticosa (l’idea di attraversare due volte la Svizzera cercando di scampare ai suoi cervellotici limiti di velocità non mi sorride per nulla, se devo essere onesto), è una pausa gradita, o forse necessaria. Una pausa dal lavoro sempre più pesante, una pausa dai giornali, dalla crisi delle borse, dalle sensazioni di un periodo cupo tutto intorno, una pausa da FriendFeed, una pausa (o forse un definitivo allontanamento) dalla gente che si banna, che si scazza, che si followa e defollowa e followa, una pausa da Lerner e dalla Champions League. Se non fosse per chi ti aspetta a casa e per un paio di altre persone, è una pausa fin troppo corta.

    2 Responses to “Click “Pause””

    1. mf Says:

      Ma i limiti di velocità, lei li rispetta sempre, in Svizzera? Resiste? Buon viaggio.

    2. Mitì Says:

      Prendersi una pausa da grane lavorative ed echi di crisi economiche effettivamente è salutare; prendersi una pausa da FriendFeed (e twitter e facebùk et similiari strumenti de lo diabbolo) invece è facilissimo e mica è necessario emigrare eh? Basta ignorarli e non iscriver…iscrivercisi..iscrivercisivisici mai (faccina che ride e manda bacio, unita a fazzoletto sventolante che augura buon viaggio, Sergio, torna presto!)

    Leave a Reply