< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • January 2005
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    31/01/2005

    Poffarre!

    Filed under: — JE6 @ 18:24

    E’ con vero, grande piacere che segnalo l’uscita di sacripante! So anche a chi dovrei attribuire i meriti, ma mi si consiglia sobrietà. Quindi, cliccate e leggete, c’è persino un modesto contributo del qui presente.

    4 Responses to “Poffarre!”

    1. dado Says:

      complimenti squonk, il suo è bellissimo…

    2. manginobrioches Says:

      mi sei molto piaciuto, squonk. lieve come una margheritina insanguinata. e molto in tema: l’insonnia eterna. non male, come scrittura che depista se stessa.

    3. manginobrioches Says:

      ops, non sono così seria, di solito. forse ho sonno…

    4. Squonk Says:

      Molto gentile, davvero. “Lieve come una margheritina insanguinata” è un complimento tanto bello quanto inquietante.

    Leave a Reply