< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • July 2006
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    07/07/2006

    Ricoprire

    Filed under: — JE6 @ 08:32

    Magari l’ho ascoltata un po’ di fretta, ma se c’è una canzone il cui testo fa totalmente a pugni con lo spot di cui è colonna sonora, questa è proprio “Happy hour“. Suppongo che il Liga sia stato ricoperto d’oro, per far ricoprire di guano il suo quattro-quarti.
    Testimania.com

    I limiti della fantasia

    Filed under: — JE6 @ 08:25

    Io cerco di immaginare quale visione del mondo può avere un tassista che attacca al finestrino un cartello che recita “Berlusconi dalla parte dei lavoratori, Prodi dalla parte dei padroni“. Forse crede anche lui, come a suo tempo Gianni Agnelli, che solo un governo di sinistra può fare riforme di destra, o forse negli ultimi cinque anni ha vissuto in Madagascar in compagnia di una zebra, una giraffa, un leone e un’ippopotama, oppure fa semplicemente troppo caldo. Io cerco di immaginare, ma anche la fantasia ha i suoi limiti.