< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • May 2007
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    29/05/2007

    Da cosa nasce cosa?

    Filed under: — JE6 @ 12:42

    Dunque, facciamo così, non chiediamo nulla: nessuna cooptazione. Chiediamo solo la proporzionale pura per la costituente. E trasformiamo la pagina di Wittgenstein in una lista per le primarie del 14 ottobre.
    Mario Adinolfi

    4 Responses to “Da cosa nasce cosa?”

    1. AdRiX Says:

      Benissimo. Togliamo la listina dei cooptandi (che sarebbero delle proposte dei nomi dei delegati) e scopriamo le carte: chi firma si candida alle primarie? A me sta bene, basta che le intenzioni siano chiare.

    2. caporale Says:

      detto che, da 46enne, sono in palese conflitto di interessi, mi sembra già meglio.

      io comunque voterò per una lista pisquan-free.

    3. b.georg Says:

      dato che nessuno, mi si dice, fa dell’età un punto di programma, e dato che votare una lista vuol dire votare un programma, cioè cosa si vuole fare e con chi, altrimenti cosa cacchio voto, l’avvenenza? ne deduco che secondo adinolfi quella lista esprime anche un potenziale programma (guarda a volte la combinazione).
      Col tempo gli chiederei qual è.

      (tuttavia sono piuttosto sicuro – scommetto due caffé – che la metà esatta di quella lista tempo una settimana declina l’invito di adinolfi. finché si scherza si scherza, quando si tratta di prender voti, capirete che all’1% non aspira nessuno, molto meglio una lista con fassino o con rutelli…)

      ps
      questo sarebbe un commento ilare pieno di faccine, non fosse per il talebano titolare

    4. dado Says:

      eh sia … ma pensare che il pd svolti perchè ci mettono le mani gente come l.sofri e adinolfi è utopia pura.

      faranno la fine di scalfarotto 0,001%

    Leave a Reply