< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • Broncio
  • Kefiah
  • Trattato di pace
  • La benda
  • Fiscal Chernobyl
  • I cimiteri di Trieste
  • Dentro Chernobyl
  • July 2007
    M T W T F S S
    « Jun   Aug »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    10/07/2007

    And the winner is

    Filed under: — JE6 @ 12:23

    Capita di rado, ma il titolare qui concorda con Christian Rocca: La Stampa è diventato il migliore tra i “grandi” giornali italiani.

    Irrinunciabile

    Filed under: — JE6 @ 12:08

    TeleNews Airport è l’equivalente aeroportuale del boxino morboso di Repubblica: al momento, spicca la notizia che la nuova moda di New York è “bere l’acqua dal rubinetto“.
    [Di là, che son professionisti, ribattono con “San Diego, città in rivolta contro la torre: E’ fallica, non la vogliamo” e “La Florida salva i gatti di Ernest Hemingway”]

    Pronti per il Gay Pride

    Filed under: — JE6 @ 12:03

    I due anziani blogger, dotati di pinta d’ordinanza, percorrono Ponte Milvio con aria sardonica, irridendo i “Sei la mia toporagna” che istoriano il passaggio di marmo sopra il Tevere. L’extracomunitario che rifornisce di materiali dell’amore i pischelli che affollano il luogo li squadra, e poi chiede loro: “Volete un lucchetto“?