< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • L’altra zona
  • Questa era l’acqua
  • Di pietre e fiducia
  • Mustafa e mia mamma
  • Libri
  • January 2008
    M T W T F S S
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    29/01/2008

    Greetings from Madrid ’08 – 2. L’intruso

    Filed under: — JE6 @ 17:03

    Sono entrato nella camera di albergo assegnatami dal gentile e simpatico Cristiano. Ho infilato la card nella fessura, la porta si è aperta, ho fatto un passo all’interno e ho trovato due giovincelli impegnati a copulare. Ostentando calma olimpica ho detto “I’m sorry” e sono andato a farmi cambiare la camera. Questa dalla quale scrivo è vuota (ma adesso guardo sotto il letto e dentro l’armadio, non si sa mai).

    10 Responses to “Greetings from Madrid ’08 – 2. L’intruso”

    1. Carlo Says:

      potevi chiedere permesso e dare una mano no?

    2. tengi Says:

      che spasso.
      e che classe, la sua.

    3. Squonk Says:

      Dottor Brodo: lui non era granchè, e lei era purtroppo in ombra.
      Dottoressa Tengi: eh, non le dico lo spasso (in realtà con il buon Cristiano ci siam schiantati dal ridere). Grazie, comunque.

    4. Carlo Says:

      Io mi aspettavo una scena del tipo: giovinotto, si faccia da parte che adesso le spiego io come si fa.
      (il buon Cristiano non riderà tanto quando il giovinetto scenderà giu e gli farà un culo a tarallo).

    5. molecole Says:

      Lei finirà per procurarmi un infarto Sir.
      Ossignore.

    6. Squonk Says:

      Avrebbe dato lui lezioni a me – anyway, ho avuto l’impressione che i due fossero abusivi (gente dell’albergo che aveva preso in prestito la camera, insomma).

    7. vic Says:

      Una situazione da film porno (ma solitamente nei film porno il terzo si aggrega all’allegra brigata, dopo aver detto poco più che “I’m sorry”).
      Piuttosto mi interrogherei sulle lenzuola in dotazione, stasera. Potrebbero essere usate.

    8. Antani Says:

      A me andò meglio a Torino anni fa. Venni guardato storto da un paio di pianelle. La chiave però era vecchio stampo e l’inquilino assente.
      (Però un bel “che ci fate nella mia camera” urlato, tanto per divertirsi, no eh?)

    9. ninna_r Says:

      Se se…per sbaglio, eh? 😛

    10. Auro Says:

      non ricordo se ti ho già detto che sei il mio super eroe preferito.

    Leave a Reply