< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Io e il generale (di domande, risposte, presenze e assenze)
  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • October 2009
    M T W T F S S
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    12/10/2009

    E io che credevo

    Filed under: — JE6 @ 13:41

    E io che credevo che Ferruccio de Bortoli vivesse in Italia: “Il cli­ma conflittuale creato nel Paese ha qualcosa di inquie­tante e dovrebbe indurre tutti a fermarsi un attimo, a chiedersi se per abbattere l’avversario sia davvero ne­cessario bruciare l’intero edificio civile, istituzioni comprese, mostrando al mondo uno spettacolo in­giusto e amaro. L’Italia vera, per fortuna, è diversa.
    [Il corsivo è del titolare qui, per la cronaca]

    Il casco l’avevo allacciato, sì.

    Filed under: — JE6 @ 13:35

    No mamma, non lo so. Non lo so cos’è stato, com’è stato, perché è successo. Non lo so e forse se lo sapessi non te lo direi lo stesso. Il casco l’avevo allacciato, sì. Non c’era nessuno, non che mi ricordi – ma non ricordo nulla, mamma. Sì mamma, non ho ancora diciott’anni, credi che non lo sappia? E ho paura, tanta. Tanta che anche se potessi parlare non saprei spiegartela. Adesso mamma, ti prego. Ti prego. Smetti di piangere, e tienimi la mano.

    E’ che alla fine ogni cosa ti stanca, tutto qui – Reprise

    Filed under: — JE6 @ 11:55

    A me questa litania di “sono il miglior comico degli ultimi 150 anni”, “sono il miglior utente di socialcoso degli ultimi 150 anni”, “Ghedini è il miglior avvocato degli ultimi 150 anni” mi sta quasi facendo venire in simpatia una delle numerose fesserie ammanniteci dal PresDelCons nelle ultime settimane.