< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • April 2007
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    23/04/2007

    Stragrande

    Filed under: — JE6 @ 11:42

    Questa mattina, non avendo di meglio da fare [1], calcolavo che la coppia Sarkozy-Royal ha portato a casa il 57% dei voti, e che quindi c’è un 43% di francesi i quali, potendo scegliere, non li hanno considerati all’altezza del ruolo di presidente. A me, il 43% non sembra proprio poco. Però, chez Luca leggo che “i due candidati si sono portati via la stragrande maggioranza dei voti” – e mi è tornato in mente il famoso “se la matematica non è un’opinione“.
    Wittgenstein
    [1] Evitatevi i commenti, per piacere.

    Lui è mio

    Filed under: — JE6 @ 10:01

    Questa gara a creare legami politici e di sangue tra i nostri partiti e quelli francesi è francamente patetica, segno della pochezza e della vaghezza dei nostri politici, per tacere di una tendenza alla millanteria davvero imbarazzante. Alla fine, pare che la Royal sia la candidata del centrosinistra italiano e che Sarkozy lo sia del centrodestra nostrano. Siccome Bayrou viene considerato l’ago della bilancia, oggi impazzano gli apparentamenti di secondo livello: Fini dice che “Bayrou e’ un candidato in realtà più vicino al centrodestra che al ‘centro’ come lo intendiamo in Italia“, mentre Amato ricorda che “il leader centrista francese è il capofila dei lib-dem al parlamento europeo“. A me piacerebbe incontrare Bayrou, fargli leggere la traduzione di queste dichiarazioni, e filmarlo mentre dice “Fini? Amato? E chi cazzo sono, scusi?
    Repubblica.it

    Keynesiani

    Filed under: — JE6 @ 08:37

    Due partiti diventano uno, e due giornali diventano tre: il PD inizia a dare il suo contributo al prodotto interno lordo nazionale.
    Corriere.it