< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • September 2007
    M T W T F S S
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    26/09/2007

    Oasi (reprise)

    Filed under: — JE6 @ 10:09

    Sempre a proposito di Autogrill, ieri sera sono rimasto una decina di secondi a fissare il cartello che informa gli utenti della gratuità dell’utilizzo della doccia in quel di Fiorenzuola d’Arda, provando a immaginarmi sia le condizioni igieniche dell’attrezzatura sia la tipologia degli utenti. Poi sono entrato in bagno, e ho perso la residua fiducia nell’umanità.

    7 Responses to “Oasi (reprise)”

    1. Effe Says:

      ma che mi fa, la doccia in autostraad?
      Ma pover’uomo, passi da casa mia, no?, che ci ho pure il bagnoschiuma Vidal con il cavallo (insomma, capito come).

    2. #6 Says:

      Eppure mi è capitato di trovare docce pubbliche ben tenute, a pagamento.
      Un esempio è la stazione di Ancona.

    3. daniela Says:

      notevole, Sir! ci vorrebbe una faccina, ma mi astengo…
      Quanto alla fiducia nell’umanità, in generale, a me risulta sempre complicato capire come sia possibile che i bagni pubblici (italiani? meridionali?) siano quasi sempre nelle condizioni in cui capita di trovarli.
      Mica solo negli autogrill, anche all’università, per dire …

      @#6
      a pagamento, è tutto un altro discorso…

    4. chamberlain Says:

      ricordo un bellissimo viaggio in spagna in macchina dopo la maturità ed una serie di docce in autogrill sperduti tra gallocanta e calamocha.
      erano molto pulite ed anche i bagni lasciavano intravedere un barlume di speranza nell’umanità.

    5. gluca Says:

      che coraggio!

    6. Squonk Says:

      Fughiamo gli equivoci: “sono entrato in bagno” stands for “ho usato l’area adibita all’espletamento della funzione fisiologica della minzione” – non penserete che ho provato davvero a fare la doccia alla Esso di Fiorenzuola d’Arda.

    7. chamberlain Says:

      che ne sappiamo, magari era un servizio per repubblica.

    Leave a Reply