< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • Dare i nomi alle cose
  • Nella bolla
  • March 2004
    M T W T F S S
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    05/03/2004

    Greetings from London – Ten

    Filed under: — JE6 @ 00:06

    Da quanto tempo non ci vedevamo? Dieci anni? Sì, o forse undici, qualche tempo dopo esserci laureati.
    E adesso ti ritrovo qui, a Londra, a mille o duemila chilometri da casa, da ciò che eravamo – nè meglio nè peggio. Sei proprio uguale, solo con una moglie e due figli in più. Finiamo come finiscono tutti, scambiandoci i biglietti da visita e ripromettendoci di telefonare o scrivere agli altri per trovarci davanti ad una birra, tenendoci il piacere di esserci visti e riconosciuti, e sapendo che ci rivedremo, forse, tra altri dieci anni, a Francoforte o Stoccolma o Padova, e ci riscambieremo i biglietti da visita.

    5 Responses to “Greetings from London – Ten”

    1. spiritum Says:

      Ma TEN non era quel bel film con la bionda Ursula?

    2. Effe Says:

      London – Ten cos’è, un sobborgo? (E comunque, a me il suo biglietto non l’ha mica dato, fellone)

    3. Says:

      Son cose.

    4. sphera Says:

      Ten mi pare fosse con la Bo Derek, se non erro. Io me li dimentico sempre, i biglietti da visita.

    5. riccionascosto Says:

      bo Derek, confermo, ma soprattutto Dudley Moore. Che, in effetti, “regge” tutto il film.

    Leave a Reply