< City Lights. Kerouac Street, San Francisco.
Siediti e leggi un libro

     

Home
Dichiarazione d'intenti
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel Garcia Marquez)

Talk to me: e-mail

  • Blogroll

  • Download


    "Greetings from"

    NEW!
    Scarica "My Own Private Milano"


    "On The Blog"

    "5 birilli"

    "Post sotto l'albero 2003"

    "Post sotto l'albero 2004"

    "Post sotto l'albero 2005"

    "Post sotto l'albero 2006"

    "Post sotto l'albero 2007"

    "Post sotto l'albero 2008"

    "Post sotto l'albero 2009"


    scarica Acrobat Reader

    NEW: versioni ebook e mobile!
    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione epub"

    Scarica "Post sotto l'albero 2009 versione mobi"

    Un po' di Copyright Creative Commons License
    Scritti sotto tutela dalla Creative Commons License.

  • Archives:
  • Ultimi Post

  • La prossima home page
  • Letter to you
  • Le cose, come sono
  • Nostra Signora del Lavoro
  • Federalismi
  • Tornando
  • A casa
  • Le voci dentro
  • Al lavoro
  • Il lockdown visto da Sarajevo
  • May 2011
    M T W T F S S
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

     

    Powered by

  • Meta:
  • concept by
    luca-vs-webdesign (contact)
     

     

    01/05/2011

    Segni

    Filed under: — JE6 @ 08:25

    Chissà se è un caso che apri il giorno cercando su YouTube cose che hanno a che fare con il figliol prodigo e lo chiudi guardando un film su un prete, e in questo (nonostante la freddezza di sentimenti che ti lascia) ci trovi, trasfigurati, un buon numero di pezzi di passato e di presente – cosa che succede, pare, a molti altri, il che non sorprende perché è uno di quei film tutti di testa, pieno di silenzi e segni nei quali ognuno mette dentro ciò che vuole, ognuno ci mette dentro del suo, ché i segni son fatti così, impongono la fatica dell’interpretazione – ma cosa vorrà dire – ed ecco il lavoro di testa, come quando arrivi in ufficio e dici buongiorno e non ricevi risposta e lì per lì pensi “beh, a volte succede”, poi succede un’altra volta e poi ancora e allora sai come si dice, tre indizi una prova. Poi ricolleghi tutto, i segni, YouTube e il film – quello che ha un segno per tutti – e ti pare di trovarci un senso. Ti pare.